Professione insegnante itinerante per alunni con bisogni educativi speciali

Gli insegnanti itineranti per alunni con bisogni educativi speciali istruiscono bambini disabili o malati a domicilio. Sono insegnanti specializzati, impiegati da scuole (pubbliche) per fornire insegnamento a chi non è in grado di frequentare fisicamente le lezioni, ma anche per assistere gli allievi, i genitori e la scuola nella comunicazione. Inoltre, svolgono la funzione di operatori sociali scolastici, aiutando gli allievi e i genitori ad affrontare i potenziali problemi comportamentali degli allievi stessi e applicando, se necessario, le norme di frequenza scolastica. Nel caso di una possibile (ri)ammissione fisica a scuola, gli insegnanti itineranti forniscono alla scuola consulenza sulle opportune strategie di gestione della classe e sui metodi pedagogici consigliati per sostenere gli allievi e rendere la transizione il più piacevole possibile.

Tipo di personalità

Test di Orientamento al Lavoro gratuito

Quali lavori ti piacciono? Seleziona un’occupazione adatta alle tue preferenze. Fai il test di orientamento al lavoro.

Al test

Conoscenze

  • Obiettivi curricolari

    Gli obiettivi identificati nei programmi di studio e i risultati di apprendimento definiti.

  • Processi di valutazione

    Varietà di tecniche, teorie e strumenti di valutazione applicabili alla valutazione degli studenti, dei partecipanti a un programma e dei dipendenti. Sono utilizzate diverse strategie di valutazione come la valutazione iniziale, la valutazione formativa, la valutazione riepilogativa e l’auto-valutazione per vari fini.

  • Disturbi comportamentali

    I tipi di comportamento spesso destabilizzanti dal punto di vista emotivo che un bambino o un adulto può mostrare, come il disturbo da deficit d’attenzione e iperattività (ADHD) o il disturbo oppositivo provocatorio (ODD).

Competenze

  • Dimostrare empatia nei confronti dello studente

    Tenere in considerazione i background personali degli studenti in sede di insegnamento, mostrando empatia e rispetto.

  • Garantire la sicurezza degli studenti

    Garantire che tutti gli studenti sotto la supervisione di un istruttore o altra persona siano presenti e al sicuro. Applicare le precauzioni in materia di sicurezza nella situazione di apprendimento.

  • Presentare esempi durante l’insegnamento

    Presentare ad altri esempi delle proprie esperienza, capacità e competenze adatte a specifici contenuti di apprendimento per aiutare gli studenti nell’apprendimento.

  • Fornire materiali didattici

    Garantire che i materiali necessari per l’insegnamento in una classe, ad esempio gli ausili visivi, siano preparati, aggiornati e presenti nella struttura di istruzione.

  • Applicare strategie di insegnamento

    Impiegare diversi approcci, stili di apprendimento e canali per l’istruzione di studenti, come ad esempio la comunicazione di contenuti in termini che possono comprendere, l’organizzazione di spunti per discussione a fini di chiarimento e, se necessario, la ripetizione degli argomenti. Utilizzare un’ampia gamma di dispositivi e metodologie di insegnamento adeguati al contenuto del corso, al livello, agli obiettivi e alle priorità dei discenti.

  • Mantenere i contatti con il personale di sostegno didattico

    Comunicare con la dirigenza dell’istruzione, come il preside della scuola e i membri del consiglio, e con il personale di sostegno didattico come l’assistente didattico, il consulente scolastico o il consulente accademico su questioni relative al benessere degli studenti.

  • Comunicare con i giovani

    Utilizzare comunicazione verbale e non verbale e comunicare per iscritto, per via elettronica o tramite disegni. Adattare la propria comunicazione all’età, le esigenze, le caratteristiche, le capacità, le preferenze e la cultura di bambini e giovani.

  • Valutare gli studenti

    Valutare i progressi (accademici) degli studenti, i risultati ottenuti, le conoscenze e competenze acquisite attraverso incarichi, prove ed esami. Individuare le loro esigenze e monitorare i progressi, i punti di forza e le debolezze. Formulare una dichiarazione sintetica degli obiettivi raggiunti dallo studente.

  • Assistere gli studenti nell’apprendimento

    Sostenere e assistere gli studenti nel loro lavoro, fornire sostegno pratico e incoraggiamento ai discenti.

  • Mantenere i contatti con il personale docente

    Comunicare con il personale scolastico, come gli insegnanti, gli assistenti didattici, i consulenti accademici e il preside sulle questioni relative al benessere degli studenti. Nel contesto di un’università, mettersi in contatto con il personale tecnico e di ricerca per discutere i progetti di ricerca e questioni relative ai corsi.

  • Fornire un riscontro costruttivo

    Fornire un riscontro fondato sotto forma di critiche e lodi in maniera rispettosa, chiara e coerente. Mettere in evidenza i risultati conseguiti e gli errori e istituire metodi di valutazione formativa per giudicare il lavoro.

  • Offrire consulenza sulle strategie di orientamento in aula

    Raccomandare metodi di insegnamento e modifiche fisiche delle aule al personale didattico di studenti con esigenze speciali per assistere gli studenti e facilitare la transizione.

  • Monitorare il comportamento dello studente

    Controllare il comportamento sociale dello studente per scoprire eventuali anomalie. Contribuire a risolvere eventuali problemi, se necessario.

  • Preparare il contenuto delle lezioni

    Preparare il contenuto da insegnare in classe secondo gli obiettivi del programma di studio, elaborando esercizi, ricercando esempi aggiornati, ecc.

  • Assistere gli studenti con le attrezzature

    Fornire assistenza agli studenti che lavorano con le attrezzature (tecniche) utilizzate in lezioni pratiche e risolvere, se necessario, problemi operativi.

  • Applicare strategie di insegnamento interculturali

    Garantire che il contenuto, i metodi, i materiali e l’esperienza generale di apprendimento siano inclusivi per tutti gli studenti e tengano conto delle aspettative e delle esperienze dii discenti provenienti da contesti culturali diversi. Esplorare gli stereotipi individuali e sociali e sviluppare strategie di insegnamento interculturali.

  • Adattare l’insegnamento alle capacità dello studente

    Individuare le difficoltà di apprendimento e i successi degli studenti. Selezionare strategie didattiche e di apprendimento a sostegno delle esigenze e degli obiettivi di apprendimento individuali degli studenti.

  • Monitorare i progressi dello studente

    Seguire i progressi di apprendimento degli studenti e valutarne i risultati e le esigenze.

Source: Sisyphus ODB