Professione responsabile dell’edilizia sociale

I responsabili dell’edilizia sociale elaborano strategie per il miglioramento delle politiche abitative all’interno di una comunità, oltre a mettere a disposizione alloggi sociali a chi ne ha bisogno. Individuano le esigenze e le problematiche abitative e controllano l’assegnazione delle risorse. Inoltre, comunicano con le organizzazioni che si occupano di edilizia sociale e con le organizzazioni di servizi sociali.

Tipo di personalità

Test di Orientamento al Lavoro gratuito

Quali lavori ti piacciono? Seleziona un’occupazione adatta alle tue preferenze. Fai il test di orientamento al lavoro.

Al test

Conoscenze

  • Giustizia sociale

    Lo sviluppo e i principi dei diritti umani e della giustizia sociale e il modo in cui dovrebbero essere applicati caso per caso.

  • Legislazione sull’edilizia residenziale pubblica

    Le norme e la legislazione riguardanti la costruzione, la manutenzione e l’assegnazione delle strutture di edilizia residenziale pubblica.

  • Principi di bilancio

    I principi della stima e della pianificazione delle previsioni relative all’attività commerciale nonché la stesura di bilanci e relazioni periodici.

  • Servizio clienti

    Processi e principi relativi ai clienti, agli utenti di servizi e ai servizi personali; possono includere procedure per valutare il grado di soddisfazione dei clienti o degli utenti di servizi.

  • Responsabilità sociale delle imprese

    La gestione etica e responsabile dei processi aziendali, considerando la responsabilità economica nei confronti degli azionisti altrettanto importante della responsabilità nei confronti delle parti interessate in campo ambientale e sociale.

  • Scienze sociali

    Lo sviluppo e le caratteristiche delle teorie sociologiche, antropologiche, psicologiche, politiche e sociali.

  • Principi di gestione aziendale

    Principi che disciplinano i metodi di gestione aziendale, come la pianificazione strategica, i metodi di produzione efficiente, il coordinamento delle persone e delle risorse.

  • Psicologia

    Il comportamento umano e le prestazioni con differenze individuali in termini di capacità, personalità, interessi, apprendimento e motivazione.

  • Requisiti giuridici nel settore sociale

    I requisiti legislativi e normativi previsti nel settore sociale.

  • Programmi di sicurezza sociale del governo

    I diversi settori di sicurezza sociale fornita dal governo, i diversi diritti dei cittadini, quali vantaggi sono disponibili, le norme che disciplinano la previdenza sociale e le diverse situazioni in cui si applicano.

  • Attuazione delle politiche di governo

    Le procedure relative all’applicazione delle politiche di governo a tutti i livelli della pubblica amministrazione.

Competenze

  • Dimostrare doti di direzione nei casi di attuazione dei servizi sociali

    Assumere un ruolo guida nella gestione pratica dei casi e attività di assistenza sociale.

  • Comunicare in modo professionale con i colleghi in altri campi

    Comunicare professionalmente e cooperare con i membri delle altre professioni del settore sanitario e dei servizi sociali.

  • Applicare un approccio olistico all’interno dei servizi sociali

    Considerare l’utente dei servizi sociali in ogni situazione, riconoscendo i collegamenti tra la micro-dimensione, la meso-dimensione e la macro-dimensione dei problemi sociali, dello sviluppo sociale e delle politiche sociali.

  • Garantire la trasparenza delle informazioni

    Garantire che le informazioni necessarie o richieste siano fornite in modo chiaro e completo, senza negare esplicitamente informazioni, al pubblico o alle parti richiedenti.

  • Lavorare all’interno di comunità

    Creare progetti sociali mirati allo sviluppo della comunità e alla partecipazione attiva dei cittadini.

  • Riferire sullo sviluppo sociale

    Riferire i risultati e le conclusioni in modo comprensibile sullo sviluppo sociale della società, presentandoli oralmente e in forma scritta a un ampio pubblico che va dai non esperti agli esperti.

  • Gestire le questioni etiche nel contesto dei servizi sociali

    Applicare i principi etici del lavoro sociale per guidare le pratiche e gestire questioni etiche complesse, dilemmi e conflitti in conformità del comportamento professionale, l’ontologia e il codice di etica delle professioni dei servizi sociali, impegnandosi in un processo decisionale etico mediante l’applicazione di norme nazionali e, se del caso, internazionali di etica o di dichiarazioni di principi.

  • Perorare la cause dei fruitori dei servizi sociali

    Parlare in nome e per conto degli utenti dei servizi, utilizzando le competenze comunicative e le conoscenze dei settori pertinenti per aiutare i soggetti meno favoriti.

  • Intraprendere uno sviluppo professionale continuo nel lavoro sociale

    Intraprendere uno sviluppo professionale continuo per aggiornare e sviluppare costantemente le proprie conoscenze, abilità e competenze nell’ambito della pratica nel lavoro sociale.

  • Considerare i criteri economici nel processo decisionale

    Elaborare proposte e prendere decisioni adeguate tenendo conto dei criteri economici.

  • Definire le priorità giornaliere

    Stabilire priorità giornaliere per il personale; gestire in modo efficace il carico di lavoro che prevede l’esecuzione di più compiti.

  • Analizzare le esigenze della comunità

    Individuare e rispondere a specifici problemi sociali in una comunità, delineando l’entità del problema, e delineare il livello delle risorse necessarie per affrontarlo e individuare i beni e le risorse della comunità esistenti disponibili per affrontare il problema.

  • Comunicare con i fruitori dei servizi sociali

    Utilizzare la comunicazione verbale, non verbale, scritta e elettronica. Prestare attenzione alle esigenze specifiche, alle caratteristiche, alle capacità, alle abilità, alle preferenze, all’età, allo stadio di sviluppo e alla cultura degli utenti dei servizi sociali.

  • Gestire le crisi sociali

    Individuare, rispondere e motivare gli individui in situazioni di crisi sociale, in modo tempestivo, facendo uso di tutte le risorse.

  • Tenere un archivio del lavoro svolto con i fruitori dei servizi

    Conservare una documentazione precisa, concisa, aggiornata e tempestiva del lavoro con gli utenti dei servizi, nel rispetto della legislazione e delle politiche in materia di tutela della privacy e di sicurezza.

  • Applicare i principi del lavoro socialmente equo

    Lavorare conformemente ai principi e ai valori di gestione e organizzativi incentrati sui diritti umani e sulla giustizia sociale.

  • Applicare il processo decisionale all’assistenza sociale

    Adottare decisioni quando richiesto, rimanendo entro i limiti dell’autorità conferita e prendendo in considerazione i contributi dell’utente di servizi e di altri prestatori di assistenza.

  • Mantenere i contatti con le autorità locali

    Mantenere il collegamento e lo scambio di informazioni con le autorità regionali o locali.

  • Contribuire a proteggere le persone da eventuali danni

    Utilizzare procedure e processi consolidati per contestare e segnalare comportamenti e pratiche pericolosi, abusivi, discriminatori o di sfruttamento, portando tali comportamenti all’attenzione del datore di lavoro o dell’autorità competente.

  • Accettare le proprie responsabilità

    Accettare l’assunzione di responsabilità per le proprie attività professionali e riconoscere i limiti del proprio campo di attività e delle proprie competenze.

  • Applicare le strategie di marketing

    Applicare strategie volte a promuovere un prodotto o un servizio specifico, utilizzando le strategie di marketing elaborate.

  • Promuovere la consapevolezza sociale

    Promuovere la comprensione delle dinamiche dei rapporti sociali tra individui, gruppi e comunità. Promuovere l’importanza dei diritti umani e l’interazione sociale positiva e l’inclusione della consapevolezza sociale nel settore dell’istruzione.

  • Gestire i finanziamenti governativi

    Monitorare il bilancio ricevuto mediante finanziamenti governativi e assicurare che vi siano risorse sufficienti per coprire i costi e le spese dell’organizzazione o del progetto.

  • Gestire i bilanci per i programmi dei servizi sociali

    Pianificare e amministrare i bilanci nei servizi sociali, per quanto riguarda i programmi, le attrezzature e i servizi di assistenza.

  • Eseguire l’analisi dei rischi

    Individuare e valutare i fattori che possono compromettere il successo di un progetto o che minacciano il funzionamento dell’organizzazione. Attuare procedure per evitare o ridurre al minimo il loro impatto.

  • Risolvere i conflitti

    Svolgere un ruolo di mediazione nelle situazioni di conflitto e di tensione, agendo tra le parti, come gli utenti di servizi, altri soggetti importanti come le famiglie e le istituzioni, al fine di raggiungere un accordo, riconciliarsi e risolvere i problemi.

  • Relazionarsi in maniera empatica

    Riconoscere, comprendere e condividere le emozioni e le conoscenze di un’altra persona.

  • Gestire lo stress nell’organizzazione

    Affrontare le cause dello stress e della pressione incrociata nella vita professionale, ad esempio stress lavorativo, manageriale, istituzionale e personale, e aiutare gli altri a fare lo stesso per promuovere il benessere dei colleghi ed evitare situazioni di burn-out.

  • Perorare le cause di altri

    Fornire argomentazioni a favore di qualcosa, come per esempio una causa, un’idea o una politica, a beneficio di un’altra persona.

  • Mantenere le relazioni con i rappresentanti locali

    Mantenere relazioni positive con i rappresentanti della società civile e della comunità scientifica ed economica locale.

  • Stabilire le relazioni di aiuto con i fruitori dei servizi sociali

    Sviluppare un rapporto di assistenza collaborativo, affrontando le eventuali rotture o tensioni nei rapporti, favorendo il legame e conquistando la fiducia e collaborazione degli utenti del servizio tramite l’ascolto con empatia, l’interesse nei loro confronti, il calore e l’autenticità.

  • Riesaminare il piano dei servizi sociali

    Rivedere i piani dei servizi sociali, tenendo conto delle opinioni e delle preferenze degli utenti dei servizi. Dare seguito al piano, valutando la quantità e la qualità dei servizi forniti.

  • Gestire le attività di raccolta fondi

    Avviare attività di raccolta di fondi per gestire il luogo, le squadre coinvolte, le cause e i budget.

  • Valutare l’impatto del programma di lavoro sociale

    Raccogliere dati per consentire la valutazione dell’impatto di un programma su una comunità.

  • Controllare la normativa nel settore dei servizi sociali

    Monitorare e analizzare la normativa, le politiche e le modifiche di tale normativa al fine di valutarne l’impatto sul lavoro e sui servizi sociali.

  • Pianificare l’organizzazione dello spazio

    Pianificare la migliore organizzazione e utilizzazione dello spazio e delle risorse, oppure riorganizzare i locali attuali.

  • Fornire i servizi sociali in comunità culturali diverse

    Fornire servizi che sono attenti alle diverse tradizioni culturali e linguistiche, mostrando rispetto e convalida per le comunità e coerentemente con le politiche in materia di diritti umani e di uguaglianza e diversità.

  • Fornire la tutela alle persone

    Aiutare le persone vulnerabili a valutare i rischi e a compiere scelte informate, fornendo informazioni su indicatori di abuso, misure per evitare abusi e misure da adottare in caso di sospetto di abuso.

  • Assicurare la conformità alle politiche

    Garantire in ogni momento il rispetto della legislazione e delle procedure aziendali in materia di salute e sicurezza sul luogo di lavoro e nelle aree pubbliche. Garantire la conoscenza e il rispetto di tutte le politiche aziendali in relazione alla salute e alla sicurezza e alle pari opportunità sul luogo di lavoro. Svolgere qualsiasi altro compito che possa essere ragionevolmente richiesto.

  • Dimostrare consapevolezza interculturale

    Dimostrare sensibilità alle differenze culturali adottando azioni che facilitino l’interazione positiva tra organizzazioni internazionali, gruppi o individui di culture diverse e promuovere l’integrazione in una comunità.

  • Ascoltare attivamente

    Prestare attenzione a quello che dicono gli altri, comprendere pazientemente le argomentazioni proposte, facendo domande pertinenti e non interrompendo in momenti inopportuni; essere in grado di ascoltare attentamente i fabbisogni di clienti, passeggeri, utenti del servizio o altre persone e fornire soluzioni di conseguenza.

  • Valutare la situazione dei fruitori dei servizi sociali

    Valutare la situazione sociale dei fruitori dei servizi bilanciando la curiosità e il rispetto nel dialogo, considerando le famiglie, le organizzazioni e le comunità e i rischi associati e individuando le necessità e le risorse, al fine di soddisfare le esigenze fisiche, emotive e sociali.

  • Applicare le tecniche organizzative

    Impiegare una serie di tecniche e procedure organizzative che facilitino il conseguimento degli obiettivi fissati, quali la pianificazione dettagliata degli orari del personale. Utilizzare tali risorse in modo efficiente e sostenibile e, se necessario, dar prova di flessibilità.

  • Rispettare le precauzioni sanitarie e di sicurezza nelle pratiche di assistenza sociale

    Garantire pratiche lavorative igieniche, nel rispetto della sicurezza dell’ambiente in strutture di assistenza diurna, di assistenza residenziale e dell’assistenza a casa.

  • Definire le politiche organizzative

    Partecipare alla definizione di politiche organizzative che riguardano aspetti quali l’ammissibilità dei partecipanti, i requisiti del programma e i benefici del programma per gli utenti dei servizi.

  • Aderire agli orientamenti dell’organizzazione

    Aderire agli standard e orientamenti organizzativi o di specifici reparti. Comprendere i motivi dell’organizzazione e gli accordi comuni e agire di conseguenza.

  • Promuovere l’inclusione

    Promuovere l’inclusione nei servizi sanitari e sociali e rispettare la diversità di credenze, cultura, valori e preferenze, tenendo presente l’importanza delle questioni relative all’uguaglianza e alla diversità.

  • Valutare le prestazioni del personale nel lavoro sociale

    Valutare il lavoro del personale e dei volontari per garantire che i programmi siano di qualità adeguata e che le risorse siano utilizzate in modo efficace.

  • Gestire il cambiamento

    Gestire lo sviluppo in seno a un’organizzazione attraverso l’anticipazione dei cambiamenti e l’adozione di decisioni gestionali per garantire che i membri coinvolti ne risentano il meno possibile.

  • Cooperare a livello interprofessionale

    Cooperare con le persone di altri settori in relazione ai servizi sociali.

  • Svolgere una ricerca sul lavoro sociale

    Avviare e progettare ricerche per valutare i problemi sociali e valutare gli interventi sociali. Utilizzare fonti statistiche per collegare i dati individuali con categorie più aggregate e interpretare i dati relativi al contesto sociale.

  • Lavorare in un ambiente multiculturale nell’assistenza sanitaria

    Interagire, mettersi in relazione e comunicare con persone provenienti da una varietà di culture diverse, quando operano in un ambiente sanitario.

  • Utilizzare la pianificazione incentrata sulla persona

    Utilizzare la pianificazione incentrata sulla persona e attuare la prestazione di servizi sociali al fine di determinare cosa vogliono gli utenti e chi li accudisce e in che modo i servizi possono soddisfare tali esigenze.

  • Tutelare gli interessi del cliente

    Tutelare gli interessi e le esigenze di un cliente prendendo le azioni necessarie e ricercando tutte le possibilità per garantire che il cliente ottenga il risultato desiderato.

  • Coinvolgere i fruitori dei servizi e i loro assistenti nella pianificazione delle cure

    Valutare le esigenze delle persone in relazione alla loro assistenza, coinvolgere le famiglie o gli assistenti per sostenere lo sviluppo e l’attuazione di piani di sostegno. Garantire il riesame e il monitoraggio di tali piani.

  • Applicare gli standard di qualità nei servizi sociali

    Applicare gli standard di qualità nei servizi sociali nel rispetto dei valori e dei principi del lavoro sociale.

  • Stabilire relazioni commerciali

    Stabilire una relazione positiva e a lungo termine tra le organizzazioni e i terzi interessati, quali fornitori, distributori, azionisti e altre parti interessate, al fine di informarli a riguardo dell’organizzazione e dei suoi obiettivi.

  • Prevenire i problemi sociali

    Prevenire la diffusione di problemi sociali definendo e attuando azioni in grado di prevenire i problemi sociali, adoperandosi per migliorare la qualità della vita di tutti i cittadini.

  • Influenzare i responsabili delle politiche su questioni relative a servizi sociali

    Informare e fornire consulenza ai responsabili politici spiegando e interpretando le esigenze dei cittadini per migliorare i programmi e le politiche in materia di servizi sociali.

  • Intrattenere relazioni pubbliche

    Intrattenere relazioni pubbliche (PR) gestendo la diffusione di informazioni tra un individuo o un’organizzazione e il pubblico.

  • Elaborare strategie di miglioramento

    Individuare le cause profonde dei problemi e presentare proposte per soluzioni efficaci e a lungo termine.

  • Affrontare i problemi con atteggiamento critico

    Individuare i punti di forza e di debolezza di vari concetti astratti e razionali, come ad esempio le questioni, i pareri e gli approcci relativi a una situazione problematica specifica, al fine di formulare soluzioni e metodi alternativi per affrontare la situazione.

  • Rispettare la normativa sui servizi sociali

    Agire secondo i requisiti di regolamento e giuridici nella fornitura di servizi sociali.

Source: Sisyphus ODB